Victoria farm Project

Background Information

St. Camillus Dala Kiye, in collaborazione con diverse organizzazioni e il governo locale, lavora con i membri della comunità che vivono al di sotto dei livelli di povertà e che in un modo o nell’altro sono stati colpiti da HIV/ AIDS. L’obiettivo generale del progetto è costruire mezzi di sussistenza sostenibili per le comunità povere e vulnerabili colpite dall’HIV e dall’AIDS, migliorando in modo specifico il loro status socio-economico.

L’Organizzazione fornisce assistenza e supporto ai bambini orfani vulnerabili – di seguito OVC – per quanto riguarda il cibo e l’alimentazione, la salute, l’educazione, la cura e la protezione, il supporto psicosociale e lo sviluppo delle abilità di vita.

Per contribuire a promuovere la sostenibilità, il progetto lancia anche un programma di empowerment economico per gli OVC e i loro caregiver, offrend0 lo sviluppo di competenze operative e imprenditoriali nel campo dell’agricoltura, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di attività in grado di produrre reddito.

Il programma sta implementando diversi progetti di sostegno agli OVC:

  • Assistenza scolastica
  • Affido
  • Protezione per i bambini con esigenze speciali.

In conformità con gli obiettivi delineati, Dala Kiye progetta, modella e implementa progetti che adatti ai bambini e incentrati sulla comunità, coinvolgenti e sostenibili. Tutte le attività sono focalizzate sulla salvaguardia dei diritti e il miglioraramento del benessere dei bambini e della loro comunità. I progetti sono formulati in modo completo con l’impegno di attuare le legislazioni nazionali, le politiche e i piani d’azione per la protezione dei diritti dei bambini in Kenya. Il programma si basa su un quadro di ampio processo consultivo che coinvolge tutte le parti interessate e partner.

Una delle principali aree di intervento del progetto è il supporto nutrizionale ai bambini. La nutrizione è un pilastro del benessere umano: una dieta sana è importante nella crescita complessiva di un bambino.

A questo proposito, il progetto gestisce un programma di alimentazione scolastica e un programma nutrizionale rivolto a 60 bambini che vivono con l’HIV e l’AIDS.
I 60 bambini il cui sistema immunitario è già compromesso vivono nel centro (Dala Kiye) e fanno affidamente anche su una dieta equilibrata per migliorare la loro risposta immunitaria.

Per ampliare la portata di questo intervento il programma intende costruire una fattoria dedita all’allevamento di anatre, polli e conigli, che sarà utilizzata come centro di apprendimento dove i bambini e la comunità saranno in grado di imparare attraverso la dimostrazione.

Allevamento di galline ovaiole

Un buon allevamento di galline ovaiole garantisce una produzione ottimale di uova che sono una buona fonte di proteine economiche e di alta qualità. Più della metà delle proteine dell’uovo si trova nell’albume, che include anche vitamina B2 e quantità di grasso inferiori rispetto al tuorlo. Inoltre, le uova sono ricche di selenio, vitamina D, B6, B12 e minerali come zinco, ferro e rame.

A sostegno di questo progetto si intende dotate l’allevamento di gabbie per l’allevamento in batteria a sistema di lettiera profonda che offrono diversi vantaggi:

  1. Miglioramento dell’igiene con conseguente minore incidenza di malattie in cui l’agente infettivo si diffonde attraverso gli escrementi. Inoltre, a causa della posizione relativamente fissa degli animali, eventuali soggetti infetti sono facilmente rilevabili attraverso le feci e cambiamenti nell’assunzione di mangime, in modo da assumere prontamente le necessarie misure sanitarie
  2. Gli animali tenuti in piccoli gruppo mostrano una bassa incidenza di attrito sociale, a giovamento della salubrità dell’allevamento
  3. Facilità di gestione: l’allevamento delle galline ovaiole è un’attività che può essere svolta anche da personale poco qualificato che può in breve sviluppare competenze relative alla gestione dell’alimentazione, l’osservazione degli animali, il mantenimento dei registri di produzione e la raccolta delle uova.
  4. Elevato resa dei mangimi utilizzati. I polli allevati in gabbia hanno una ridotta possibilità di azione, consumano meno energia e di conseguenza hanno meno necessità di assumere cibo, garantendo alti rendimenti produttivi. Allo stesso tempo, poiché il trogolo è posizionato all’esterno della gabbia, il mangime non viene spe.

Dopo aver valutato i vantaggi fin qui esposti e lo spazio disponibile all’interno della sua struttura, il St. Camillus Dala Kiye intende acquistare duemila galline ovaiole che saranno allevate in diciassette gabbie.

Allevamento di anatre

Le uova e la carne d’anatra sono un alimento di grande valore nutritivo. Le uova in particolare forniscono proteine di alta qualità, contengono anche 11 vitamine e minerali, acidi grassi omega-3 e antiossidanti. Possono quindi dare un prezioso contributo alle esigenze nutrizionali quotidiane della comunità del Dala Kiye.

Le anatre, inoltre, sono animali che raramente si ammalano e quindi, se viene garantita un’ottimale pulizia dell’allevamento insieme ad una corretta alimentazione e irrigazione, saranno in grado di maturare a un tasso più elevato, garantendo una buona produzione.

Allevamento di conigli

L’allevamento di conigli rappresenta una preziosa fonte di nutrizione per gli esseri umani grazie alla loro carne gustosa e nutriente e la caratteristica di raggiungere la maturità per la macellazione in soli quattro mesi .

L’attività, inoltre, è molto adatta ai bambini che, man mano che crescono, sono in grado di applicare le conoscenze acquisite a scuola sull’allevamento dei conigli, occupandosi principalmente della loro alimentazione.

Le specie di conigli più adatte all’allevamento sono: California White, Flemish Giant e New Zealand White.

Allevamento di mucche da latte

Un’altra attività che il Dala Kiye intende sviluppare è la costruzione di una stalla per l’allevamento di mucche da latte.

Le mucche, se ben curate, soddisferanno le esigenze di latte dei bambini malati: il latte vaccino infatti è un alimento prezioso che contiene una vasta gamma di sostanze nutritive, tra cui vitamine, minerali, proteine, grassi sani e antiossidanti. Costituisce inoltre una ricca fonte di proteine: con una sola tazza i bambini possono assumere 8 grammi di proteine necessarie per molte funzioni vitali del nostro corpo, tra cui la crescita e lo sviluppo, la riparazione cellulare e la regolazione del sistema immunitario.

Il progetto previsto affronterà quindi adeguatamente il bisogno nutrizionale dei 60 bambini, dei 58 bambini sordi e della comunità circostante.

Gli animali forniranno inoltre un’ulteriore contributo allo sviluppo delle competenze dei bambini sulle tecniche di allevamento degli animali.

In conclusione, gli allevamento di polli, conigli, anatre e mucche forniranno anche un concime utile sia ai giardini che alla coltivazione di verdure quali spinaci, Sukuma Wiki, carote, cavoli e molte altre verdure locali utili a sostenere i programmi nutrizionali dei bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.